Programma 2012-2016

Programma 2012-2016

Preambolo del Regolamento comunale di Losone
Il Comune di Losone promuove le attività per soddisfare i bisogni delle generazioni presenti senza pregiudicare i bisogni di quelle future. Il Comune si impegna al miglioramento della qualità di vita degli abitanti attraverso uno sviluppo che consideri la compatibilità tra l’equità sociale, la protezione ambientale e l’efficienza economica. Il Comune promuove una vita socioeconomica di qualità, uno sviluppo territoriale che tenga conto del suo patrimonio storico, politico, culturale e naturalistico. Il nostro Comune deve continuare a garantire a tutti i suoi cittadini un’elevata qualità di vita, nel rispetto delle libertà individuali e con attenzione alle esigenze di tutte le fasce della popolazione. La gestione oculata delle finanze pubbliche si impone per garantire al Comune le risorse necessarie per continuare a prestare quei servizi di qualità che lo contraddistinguono e anche per permettergli di fare fronte, come è stato il caso negli ultimi anni, a situazioni congiunturali difficili.

Il PPD+Generazione giovani Losone vuole fornire il suo contributo affinché il Comune possa raggiungere questi obiettivi, con attenzione e considerazione per quanto sinora raggiunto e realizzato, ma anche con il necessario dinamismo, la competenza e l’apertura di spirito per affrontare le nuove sfide economiche, sociali, ambientali cui un Comune di quasi 6’500 abitanti si trova confrontato.

Finanze:
– politica finanziaria oculata;
– riduzione del moltiplicatore a medio termine;
– lotta contro gli sprechi di qualsiasi genere.

Ambiente:
– promozione delle energie rinnovabili: in questo ambito, si ribadisce il sostegno al progetto di centrale termica della ERL SA, se necessario in una versione ridimensionata;
– perfezionamento del sistema di raccolta dei rifiuti;
– creazione di un moderno ecocentro allo Zandone;
– sportello di informazione alla popolazione sugli incentivi energetici forniti dal Cantone e dalla Confederazione;
– promuovere la fruibilità delle zone naturali di svago (Meriggio, Maggia e Melezza, boschi).

Istituzioni:
– migliorare la collaborazione regionale;
– contribuire attivamente al lancio della Nuova politica regionale attraverso l’ERS (Ente regionale di sviluppo);
– sostenere e difendere la famiglia quale ambito dove nasce il futuro della nostra società;
– promuovere il rispetto civile e la conoscenza delle istituzioni.

Politica sociale:
– costruzione e messa in esercizio della casa anziani medicalizzata;
– consolidamento dello sportello LAPS quale punto di riferimento per le persone bisognose;
– sostegno diretto e indiretto (infrastrutture) alle società locali;
– miglioramento dell’offerta culturale.

Economia:
– politica fiscale attrattiva per le grosse aziende;
– trattative con il Cantone per la creazione di nuove zone per l’insediamento di aziende;
– programmi occupazionali comunali per i disoccupati;
– sostegno all’economia locale nell’attribuzione di mandati pubblici, nei limiti stabiliti dalla legge e nel rispetto dei criteri di economicità.

Investimenti strategici:
– definire unitamente agli altri attori istituzionali (Confederazione, Cantone, Comuni e Patriziato) il futuro del sedime ex caserma, da destinare a struttura di pubblico interesse;
– sostegno all’ipotesi di insediamento del Museo cantonale del territorio a Losone;
– scelta definitiva del sistema di approvvigionamento idrico per Losone: azienda propria o convenzione con altri Comuni.