Interpellanza caserma San Giorgio

Egregio Signor Sindaco,
Gentile Signora Municipale, Egregi Signori Municipali,

 

Negli scorsi giorni la stampa ha riportato la notizia che l’esercito svizzero prevede nel 2021 un’affluenza record nelle scuole reclute; i giovani che frequenteranno la scuola reclute saranno almeno un migliaio in più rispetto agli anni scorsi.

Il capo dell’esercito Thomas Süssli pare abbia affermato che l’esercito sta cercando località supplementari per poter accogliere le reclute supplementari e poter così svolgere regolarmente la formazione di tutte le nuove reclute. Pare inoltre che saranno formati anche più sanitari rispetto agli ultimi anni.

Parlare di reclute sanitarie balza subito alla mente la Caserma San Giorgio, dove per tanti anni hanno soggiornato e sono stati formati innumerevoli soldati e quadri sanitari.

In un periodo economicamente difficile per tutti, Comune compreso, sembra un’occasione d’oro, da cogliere al volo, per cercare di dare indirettamente una mano ai ristoratori, fornitori e sicuramente anche artigiani della zona.

 

Chiediamo pertanto:

  • il Municipio è magari già stato contattato dal Dipartimento militare federale per sapere se la Caserma San Giorgio sarebbe disponibile in tal senso? In caso di risposta affermativa a che punto sono le trattative?
  • il Municipio ha già pensato e/o valutato la possibilità di contattare il Dipartimento militare federale o quello cantonale per sondare un eventuale interesse dell’Esercito a rioccupare il sedime della Caserma?

 

A nome del PPD + GG:

 

 Tramèr Mario

 

Cofirmatari: Nathalie Ghiggi-Imperatori, Maurizio Ambrosini, Lorenzo Fornera, Laura Fornera, Chantal Montandon, Romolo Pawlowski e Andrea Porrini.